Biografia

Pasquale_Pirro

Chi sono? Mi chiamo Pasquale Pirro sono nato il primo venerdì di giugno del 1983, sotto il segno dei gemelli, in un media città della puglia, all’epoca famosa per la vita notturna (Trani). Sono vissuto per 30 anni in una città vicino, chiamata Andria, prima di trasferirmi per lavoro a Milano. Prima ancora di nascere il mio nome era già stabilito. Come da tradizione del sud Italia porto il nome di mio nonno morto circa trent’anni prima. Quello che tutti raccontano della mia nascita è che mio padre, impegnato in una campagna elettorale difficile per il suo partito, dopo avermi visto è ripartito lasciandomi nelle sapienti mani di mia madre e dei miei nonni. Sarà forse per questo che l’impegno socio-politico ha segnato buona parte dei miei 35 anni.

con i miei genitori festeggiando i primi 3 mesi di vita

Protagonisti della prima parte della mia vita oltre i miei genitori sono stati i miei nonni. Nonno Giacomo e Nonna Giulia genitori di mia madre con cui ho passato le estati della mia infanzia tra mare mattutino e passeggiate pomeridiane a Trani. Nonna Rosa che si occupava di me in quel di Andria nei mesi freddi mentre i miei genitori erano al lavoro.

compleanno 3 anni foto con i miei nonni Giulia Giacomo Rosa

Altri protagonisti della mia infanzia/adolescenza sono stati i miei cugini. In particolare, Alessandro, 6 mesi più grande di me, è riuscito nell’impresa di cambiare il mio nome. Infatti, da piccoli lui non riusciva a pronunciare completamente il mio nome per cui ha iniziato a chiamarmi Paco. Da allora per tutti il mio nome é Paco

i miei cugini Alessandro Giacomo Margherita Rosanna

Le passioni derivano generalmente dalle esperienze e dagli esempi con cui vieni in contatto nel corso della vita. Io fin da piccolo sono stato appassionato dei temi politici e dell’impegno sociale. I compagni di classe delle elementari mi ricordano come colui che si appassionava all’educazione civica e ai temi dei diritti. Crescendo pur nell’incertezza del quadro politico/partitico ho fatto dell’impegno socio politico parte della mia vita. In quest’ambito ho fondato una prima associazione culturale “il pellicano” con i miei 7 amici più intimi. Perno dell’associazione era il sito internet Andriaforum sul quale attraverso il forum, prima di facebook, si discuteva animatamente dei temi della città. Oltre al virtuale abbiamo pubblicato per circa tre anni un giornale che sarcasticamente, anche attraverso la fotografia, parlava dei problemi della città. Il progetto si è sciolto nel momento in cui ognuno dei fondatori, finendo l’università, ha iniziato ad emigrare in giro per il mondo. Il mio impegno è continuato sia nell’ambito partitico sia nell’ambito socioculturale. Qualche anno più tardi nel 2010 con altri amici, rientrati da esperienze di studio fuori città, ho fondato un’ulteriore associazione culturale con annesso giornale “Fatti di Parole”. L’esperienza è durata fino al 2014 quando sono dovuto emigrare al nord per lavoro.

logo sito andriaforum by "il Pellicano"

Congresso Giovani democratici Andria 2012

La fotografia entra ufficialmente a far parte della mia vita quando nel 2010 come regalo di laurea ho ricevuto la mia prima reflex. Ricordo che il commesso del negozio nel quale sono andato a scegliere la macchina ha cercato di spiegarmi brevemente il suo funzionamento. Era la Canon 1000D. Da Allora è stato un crescendo di emozioni e fotografie. Molti mi chiedono perchè ho scelto Canon. La scelta è stata casuale ma la casualità ha voluto che anche mio padre utilizzasse la reflex Canon negli anni 80′. Con la macchina fotografica ho fatto foto ad ogni evento e ad ogni vacanza e anche se la fotocamera dello smartphone è performante non credo di poter far a meno del mirino della reflex. Nel 2015 ho deciso di cambiare macchina fotografica prendendo la 750D della Canon. Buona Macchina che mi ha accompagnato per i miei lunghi viaggi in giro per il mondo.

La terza passione della mia vita in questo momento è sicuramente il viaggio. Ho scoperto il viaggio dopo aver iniziato a lavorare e non ho smesso più In particolare, fino ad ora ho scoperto 4 nuovi mondi molto lontani e molto vicini.

Vietnam Febbraio 2016

alba sul delta fiume Mekong

Delta del Mekong Pescatore a lavoro

Museo della guerra del Vietnam Saigon. Il fotografo dell’Associated Press Huynh Cong “Nick” Ut scattò l’immagine dei bambini che correvano lungo la Route 1, vicino a soldati sudvietnamiti della 25esima divisione.

Mercato settimanale Hội An, Provincia di Quang Nam, Vietnam

Isola di Boracay Filippine Febbraio 2016

Giappone marzo 2017

Tokyo parco di Ueno io e il mio compagno di viaggi Luca. Dopo una settimana di pioggia finalmente arriva la fioritura dei ciliegi

Tokyo parco con gente festante per la fioritura dei ciliegi

New York ottobre 2017

Dumbo quartiere di Brooklyn New York

Skyline di Manhattan dal ponte di Brooklyn al tramonto

India febbraio 2018

Commercianti nei vicoli di Bikamer nella regione indiana del Rajasthan

Deserto del Thar Rajasthan

Taj Mahal Uttar Pradesh India

    1/32